“Il valore di un’idea sta nel metterla in pratica” – Thomas Edison
Chi siamoAgenda
Rombo ombra
Prossimo Evento

No Eventi

No Eventi

pubblicato il 07.22.19

L'Italia che Merita

Quando una barca smarrisce la rotta ed è in balia delle onde la prima cosa che fa chi la governa, da millenni, è cercare un punto fermo: la stella polare.
Il Progetto europeo sta attualmente vivendo la crisi peggiore e più lunga della sua storia e dopo decenni di stabilità l’Europa, sembra condannata ad una lenta disgregazione.
Difficile risalire alle cause di questa tendenza, poiché sono molteplici:
Da un lato, sicuramente vi è un dato geopolitico: il venir meno degli ancoraggi che storicamente erano stati fondamentali, in primo luogo l’alleanza con gli Stati Uniti.
Ora che la politica di Washington non guarda più all’Europa come area di influenza fondamentale, considerando invece preminente il confronto con la Cina, i paesi europei hanno perso un punto di riferimento essenziale.
L’unità europea, voluta fortemente dall’America con il piano Marshall, rischia ora di finire in una spirale di destabilizzazione che, di nuovo, viene dalla capitale americana.
Dall’altro, vi è la pericolosa percezione che oramai della UE hanno i cittadini dell’unione stessa: quella di un centro di potere lontano, congegnato per schiacciare le sovranità nazionali in nome del Mercato.
In questa grande incertezza i partiti tradizionali sembrano aver raggiunto il culmine del loro declino e sono incapaci, quando non espressamente ostili, a ritrovare la giusta rotta.
Una barca in balia delle onde e i singoli paesi che la compongono partecipano, ovviamente a questa pericolosa deriva.
In questa tempesta, qual è il punto fisso da cercare?
Recentemente un capo di stato Europeo ha chiesto a tutti i governi dell’Unione “uno sforzo per gestire «assieme» le crisi economiche, l’emergenza dei migranti e anche il rischio di Brexit. L’Europa deve ripartire dai suoi valori fondamentali. E deve procedere con soluzioni condivise. Solo così potrà superare le sfide di questi anni e riconquistare la fiducia dei cittadini».
Dignità umana, libertà, uguaglianza e Stato di diritto sono alcuni dei valori menzionati espressamente all’articolo 2 del Trattato sull’Unione, ma ritengo che i valori cui fare riferimento debbano essere ancora più profondi, debbano essere quelli iscritti nel DNA delle popolazioni che compongono l’Unione.
di ANTONINO RAFFONE
... Continua a leggereCompatta testo

Quando una barca smarrisce la rotta ed è in balia delle onde la prima cosa che fa chi la governa, da millenni, è cercare un punto fermo: la stella polare.
Il Progetto europeo sta attualmente vivendo la crisi peggiore e più lunga della sua storia e dopo decenni di stabilità l’Europa, sembra condannata ad una lenta disgregazione.
Difficile risalire alle cause di questa tendenza, poiché sono molteplici:
Da un lato, sicuramente vi è un dato geopolitico: il venir meno degli ancoraggi che storicamente erano stati fondamentali, in primo luogo l’alleanza con gli Stati Uniti.
Ora che la politica di Washington non guarda più all’Europa come area di influenza fondamentale, considerando invece preminente il confronto con la Cina, i paesi europei hanno perso un punto di riferimento essenziale.
L’unità europea, voluta fortemente dall’America con il piano Marshall, rischia ora di finire in una spirale di destabilizzazione che, di nuovo, viene dalla capitale americana.
Dall’altro, vi è la pericolosa percezione che oramai della UE hanno i cittadini dell’unione stessa: quella di un centro di potere lontano, congegnato per schiacciare le sovranità nazionali in nome del Mercato.
In questa grande incertezza i partiti tradizionali sembrano aver raggiunto il culmine del loro declino e sono incapaci, quando non espressamente ostili, a ritrovare la giusta rotta. 
Una barca in balia delle onde e i singoli paesi che la compongono partecipano, ovviamente a questa pericolosa deriva.
In questa tempesta, qual è il punto fisso da cercare?
Recentemente un capo di stato Europeo ha chiesto a tutti i governi dell’Unione “uno sforzo per gestire «assieme» le crisi economiche, l’emergenza dei migranti e anche il rischio di Brexit. L’Europa deve ripartire dai suoi valori fondamentali. E deve procedere con soluzioni condivise. Solo così potrà superare le sfide di questi anni e riconquistare la fiducia dei cittadini».
Dignità umana, libertà, uguaglianza e Stato di diritto sono alcuni dei valori menzionati espressamente all’articolo 2 del Trattato sull’Unione, ma ritengo che i valori cui fare riferimento debbano essere ancora più profondi, debbano essere quelli iscritti nel DNA delle popolazioni che compongono l’Unione.
di ANTONINO RAFFONE

pubblicato il 07.21.19

L'Italia che Merita

I Congresso Nazionale Meritocrazia Italia - Ischia 6/7 settembre per un’Italia che ci crede; ... Continua a leggereCompatta testo

I Congresso Nazionale Meritocrazia Italia - Ischia 6/7 settembre per un’Italia che ci crede;

pubblicato il 07.21.19

L'Italia che Merita

Meritocrazia Italia - Pres. Walter Mauriello ... Continua a leggereCompatta testo

Carica altri post

News
dai social media
ArchivioFacebook
Blog&Press
Articoli, approfondimenti, riflessioni.
Archivio
Blog&Press

  PREMESSA Secondo una definizione riportata sul sito del Consiglio Superiore della Magistratura, il sistema giudiziario è «l’insieme degli organi dello Stato chiamati a […] ius dicere, cioè assumere una decisione su una determinata controversia secondo le regole del diritto». Accantonando le problematiche sottese al perenne disequilibrio fra magistratura e avvocatura, oggi più che mai questa definizione è messa a...

Read More
Blog&Press, Uncategorized

Una task force al servizio dei Sindaci? Nel Consiglio dei Ministri dello scorso 11 luglio il Governo ha approvato il disegno di legge finalizzato alla riforma delle polizie locali. Dalle dichiarazioni del Ministro dell’Interno e dalla stessa relazione a corredo dell’articolato normativo appare evidente che il fine perseguito è di dotare gli enti locali di un valido strumento operativo in...

Read More
Blog&Press

Dal 1988, il primo dicembre di ogni anno, si celebra, in tutto il mondo, la giornata mondiale contro l’AIDS. Nel mondo sono circa 36.7 milioni le persone che hanno contratto tale virus, che ha determinato una delle pandemie più distruttive della storia. Dopo trent’anni, in relazione allo scarso livello di consapevolezza e di conoscenza della patologia che ha come conseguenza...

Read More
Blog&Press

Quali punti di incontro? L’articolo vuole evidenziare come, in relazione al tema d’analisi, i contesti pubblico e privato sono paragonabili a due rette parallele che si avvicinano costantemente ma che, al momento, non trovano un punto d’incontro.

Read More
Blog&Press

Lo scorso 4 luglio si è svolta la visita ufficiale del Presidente della Federazione Russa Vladimir Putin a Roma. È stata definita una visita importante per mettere a punto nuovi rapporti tra la Russia e l’Europa ed impostare nuove forme di collaborazione. Il presidente russo è stato accompagnato da una delegazione di circa 30 persone, tra cui il ministro degli...

Read More
Blog&Press

Le materie plastiche sono le componenti principali, fino all’85% dei rifiuti marini (marine litter) trovati lungo le coste sulla superficie del mare e sul fondo dell’oceano. I dati sono inquietanti: annualmente vengono prodotti a livello mondiale 300 milioni di tonnellate di materie plastiche, di cui almeno 8 milioni finiscono nell’oceano. Si tratta di una minaccia per le specie marine e...

Read More
Blog&Press

Nel riflettere sulle utilità dei modelli di risoluzione delle liti interamente telematizzati, sembra di poterne escludere l’equivalenza funzionale rispetto alla giustizia statale o arbitrale. Per altro verso, le ODR aprono alla possibilità di creare la suggestione di un mercato sicuro e fugare la strisciante sfiducia nell’adeguata gestione dei rapporti sorti online nella loro eventuale fase patologica.

Read More
Blog&Press

Lavoro in nero e reddito di cittadinanza L’articolo vuole evidenziare come attraverso un meccanismo di incrocio telematico, e quindi celere, da parte della p.a. di griglie-dati dei richiedenti il beneficio del reddito di cittadinanza, si evitino abusi del suddetto strumento, prevenendo così ulteriori costi a carico dello Stato, che ad oggi pone in essere solo controlli ex post suffragati da...

Read More
SEGUI L’ITALIA CHE MERITA SUI SOCIAL

    WORK IN PROGRESS

    Archivio
    ANDAMENTO
    ECONOMICO

      WORK IN PROGRESS

      Archivio
      Stella ombra
      SOSTIENICI
      Per un’Italia più meritocratica abbiamo bisogno dell’impegno di tutti.
      Fund Raising
      UNISCITI A NOI
      Ricevi gli aggiornamenti dalla newsletter di Meritocrazia

      Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la nostra Privacy Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

      Leggi la nostra cookie policy

      Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

      Chiudi