NON E’ PIU’ AMMISSIBILE

NON E’ PIU’ AMMISSIBILE

La notizia della triste e assurda morte di George Floyd occupa le pagine di tutti i quotidiani. «Disumanità a livelli estremi» sono state tra le prime parole di commento. Che a calpestare i diritti umani sia proprio chi dovrebbe garantire il corretto svolgimento della vita quotidiana accresce la gravità di un fatto in sé già tragico.

La vicenda rimette in discussione il concetto stesso di civiltà. E purtroppo l’episodio non è isolato, né riguarda soltanto realtà lontane.

Dopo anni di lotta per i diritti umani e per il superamento di ogni forma di discriminazione (per razza, credo, sesso), l’odio (quasi ideologico) nei confronti di chi ha un colore della pelle diverso resta inconcepibile. È un insulto alla razionale volontà, che dovrebbe tenere a freno gli istinti, specie quelli più oltraggiosi della dignità umana.
La coscienza è un bene prezioso, che non può essere dismesso a favore di una presunta superiorità.

Eppure la riflessione politica sembra piuttosto incentrata sul solo rilancio economico, sull’evoluzione tecnologica al servizio dell’economia. Il diritto a una esistenza libera e dignitosa passa in secondo piano.

Vale combattere per riconquistare l’effettività dei diritti fondamentali, a volte dati per scontati, per evitare che restino lettera morta di Carte internazionali e Costituzioni.
Vale combattere per una eguaglianza che non sia soltanto formale.
Nella consapevolezza, però, che le armi più forti contro la violenza non sono mai quelle della distruzione e del disfattismo.
Il rabbioso coraggio deve esprimersi nelle forme adeguate alla ricostruzione di uno Stato di diritto che sia realmente tale e alla valorizzazione delle qualità umane.

«Può darsi che non siate responsabili per la situazione in cui vi trovate, ma lo diventerete se non fate nulla per cambiarla» [Martin Luther King]



Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la nostra Privacy Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Leggi la nostra cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi